Per quelli sensibili,

che conoscono la solitudine

e la chiamano casa,

da lì si sporgono

verso la tenerezza

e le spine del mondo,

questo momento è un regalo.

L’esterno fa meno rumore,

siamo tutti coinvolti

a cospetto del vuoto,

siamo compagni involontari

della stessa rotta invertita.

Il ritmo si arresta,

chi non sta al passo

è congedato dal farlo,

la folla di staglia intorno alla barca,

le voci non sono lame di ghiaccio,

ma onde che la spingono

e da fuori dicono,

siamo qui, accanto a te.

Distanti… insieme

«COMPAGNI»

Poesía: Giulia Berra. 

Bologna Marzo 2020

Opera: Francesca Cerami.

Técnica mista su tela. Lanzarote, 19/03/2020

Pin It on Pinterest

Share This